La clausola compromissoria si estende alle pattuizioni aggiuntive o modificative del contratto originario?

In tema di clausola arbitrale, la deroga alla competenza del giudice ordinario contenuta in un determinato contratto non si applica a contratti distinti pur sé collegati al contratto principale, ma una tale situazione non ricorre in caso di pattuizioni aggiuntive o modificative del contratto originario o in esecuzione dello stesso, in particolare nel caso in […]

Read More &#8594

L’obbligo di buona fede oggettiva e correttezza nei contratti

L’obbligo di buona fede oggettiva e correttezza costituendo un autonomo dovere giuridico, espressione di un generale principio di solidarietà sociale, che, nell’ambito contrattuale, implica un obbligo di reciproca lealtà di condotta che deve presiedere sia all’esecuzione del contratto che alla sua formazione ed interpretazione, accompagnandolo, in definitiva, in ogni sua fase. Difatti, il principio di […]

Read More &#8594

Revocatoria: può riguardare un bene ipotecato a favore di terzi?

La previa iscrizione di un’ipoteca sul bene oggetto dell’atto di disposizione patrimoniale, pur se di entità tale da assorbirne, ove escussa, l’intero valore, non esclude di per sé l’attitudine lesiva dell’atto, ma impone di valutarla con una prognosi prospettica dell’incidenza della garanzia ipotecaria. In particolare, se a promuovere la revocatoria è un creditore chirografario, il […]

Read More &#8594

Revocatoria: la tutela del creditore prescinde dal valore etico o morale perseguito dal debitore

L’art. 2901 cc tutela il creditore dagli atti lesivi della garanzia generica del credito a prescindere dallo scopo ulteriore perseguito dal debitore, pur quando avente un valore etico e morale, come ad esempio il trasferimento immobiliare in solutum dell’obbligo di mantenimento del coniuge e della prole. Tribunale di Modena (Grandi), sentenza n. 1686 del 14 […]

Read More &#8594

Il c.d. collegamento contrattuale determina l’estensione delle vicende giuridiche di un negozio a tutti gli altri

Con il collegamento contrattuale le parti intendono concludere un unico affare instaurando una pluralità di rapporti, ciascuno dotato di autonoma causa, benché preordinato ad un regolamento unitario di interessi. In particolare, il collegamento ha fonte in un patto atipico, testuale o tacito (art. 1322 cc), che istituisce una dipendenza, univoca o biunivoca, dei contratti, quindi […]

Read More &#8594