Condominio: l’amministratore può agire o resistere in giudizio senza bisogno di autorizzazione assembleare?

Nei limiti delle attribuzioni stabilite dall’articolo 1130 cc (o dei maggiori poteri conferitigli dal regolamento di condominio o dall’assemblea), l’amministratore di condominio ha la rappresentanza processuale e sostanziale dei partecipanti per qualunque azione concernente le parti comuni dell’edificio e la validità delle relative delibere, senza necessità di autorizzazione assembleare né per stare in giudizio né […]

Read More &#8594

Condominio: i criteri legali di ripartizione delle spese possono essere derogati solo all’unanimità

I criteri di ripartizione delle spese condominiali, stabiliti dall’art. 1123 cc, possono essere derogati da un regolamento condominiale “di natura contrattuale”, ovvero mediante una deliberazione dell’assemblea che venga approvata all’unanimità, cioè col consenso di tutti i condomini. Tribunale di Modena (Di Pasquale), sentenza n. 121 del 2 febbraio 2022

Read More &#8594

La disciplina antiusura si applica agli interessi moratori

La disciplina antiusura si applica agli interessi moratori, intendendo essa sanzionare la pattuizione di interessi eccessivi convenuti al momento della stipula del contratto quale corrispettivo per la concessione del denaro, ma anche la promessa di qualsiasi somma usuraria sia dovuta in relazione al contratto concluso. Anche in corso di rapporto sussiste l’interesse ad agire del […]

Read More &#8594

L’eccezione di arbitrato non configura una questione di competenza ma preliminare di merito

In tema di arbitrato, rituale o irrituale, l’accertamento se una controversia debba essere decisa dal giudice ordinario o da un collegio arbitrale non configura una questione di competenza (con conseguente inammissibilità della richiesta di regolamento di competenza, necessario o facoltativo) o di pregiudizialità, ma una questione preliminare di merito in ordine alla validità e all’interpretazione […]

Read More &#8594

L’assicurazione copre il furto dell’auto se ha le chiavi al suo interno?

Non integra gli estremi della colpa grave, idonea ad escludere la garanzia assicurativa per il furto d’auto, il comportamento dell’assicurato che lasci le chiavi della vettura all’interno della stessa, allorché questa sia ricoverata nel garage o box privato chiuso a chiave. Tribunale di Modena (Primiceri), sentenza n. 120 del 2 febbraio 2022 NOTA:Sull’esclusione, invece, della […]

Read More &#8594