Le pronunce della Cassazione non sono, di per sè stesse, vincolanti per i giudici di merito

Le decisioni della Suprema Corte, ancorché autorevoli giusta la funzione nomofilattica istituzionalmente assolta, non vincolano senz’altro i giudici di merito (eccezion fatta per il giudice del rinvio ex art. 384 cpc co. 2), giacché nel nostro ordinamento (al pari degli altri modelli continentali di civil law), non opera il principio autoritario dello “stare decisis”, ostandovi […]

Read More &#8594

L’eccezione di compensazione in sede di opposizione all’esecuzione

La compensazione, quale fatto estintivo dell’obbligazione, può essere dedotta come motivo di opposizione all’esecuzione forzata, fondata su titolo esecutivo giudiziale coperto dalla cosa giudicata, qualora il credito fatto valere in compensazione, rispetto a quello per cui si procede, sia sorto successivamente alla formazione di quel titolo, mentre in caso contrario resta preclusa dalla cosa giudicata, […]

Read More &#8594

La mancanza del certificato di abitabilità/agibilità del bene compravenduto

Nella vendita di immobile, il certificato di abitabilità/agibilità costituisce requisito giuridico essenziale del bene compravenduto poiché vale a incidere sull’attitudine del bene stesso ad assolvere la sua funzione economico-sociale, assicurandone il legittimo godimento e la commerciabilità. Pertanto, il mancato rilascio della licenza di abitabilità integra inadempimento del venditore per consegna di aliud pro alio, adducibile […]

Read More &#8594

L’opposizione all’esecuzione promossa in base a titolo esecutivo di formazione giudiziale

In sede di opposizione all’esecuzione promossa in base a titolo esecutivo di formazione giudiziale, possono essere dedotte solo questioni relative a fatti modificativi o estintivi del rapporto successivi alla formazione del titolo e non quelle di merito, precluse o non proposte nella competente sede di cognizione. Tribunale di Modena (Di Pasquale), sentenza n. 676 del […]

Read More &#8594