«

»

mar 14

Stampa Articolo

L’opposizione a decreto ingiuntivo su canoni di locazione

L’opposizione a decreto ingiuntivo avente ad oggetto canoni locativi, involgendo controversia soggetta al rito locatizio (di cui all’art. 447 bis cpc), va proposta nelle forme del rito del lavoro, ossia mediante deposito di ricorso in cancelleria, il quale costituisce momento significativo agli effetti della tempestività dell’opposizione (Nella specie, l’opposizione era avvenuta con citazione, la quale veniva poi depositata in Cancelleria, al momento della costituzione in giudizio, dopo i quaranti giorni per l’opposizione. In applicazione del principio di cui in massima, il Giudice ne ha dichiarato l’improcedibilità).
Tribunale di Modena (Masoni R.), sentenza n. 239 del 30 gennaio 2012
NOTA:
In senso conforme, tra le altre:
- Tribunale di Modena (Masoni R.), sentenza n. 905 del 28 maggio 2010
- Tribunale di Modena (Masoni R.), sentenza n. 903 del 28 maggio 2010

Permalink link a questo articolo: http://www.giurisprudenzamodenese.it/?p=4365