Vietata (quasi sempre) l’autotutela in malam partem

Anche ammettendo la facoltà, per l’Amministrazione finanziaria, di adottare, a proprio piacimento e d’ufficio, provvedimenti in autotutela anche incidenti in malam parte sulla sfera del contribuente (il che è dubitabile), laddove non si tratti di correggere un mero errore logico o di calcolo ex art. 2, lett. b), del D.M. n. 37/1997, ma si tratti dell’adozione di un nuovo provvedimento impositivo basato su una diversa valutazione, tale provvedimento è illegittimo (nella specie l’AdE aveva annullato d’ufficio un proprio provvedimento di attribuzione di rendita catastale sostituendolo con una rendita più gravosa). (...)

Contenuti riservati agli utenti registrati. Effettuare il login


Tributario

Related Articles

0 Comment