Revocatoria: la prova della “scientia decoctionis” può darsi anche per presunzioni

La prova della “scientia decoctionis” – fermo restando che tale requisito si riferisce alla conoscenza effettiva e non meramente potenziale dello stato di crisi irreversibile dell’impresa contraente – può trarsi anche da elementi sintomatici di carattere indiziario, attinenti alla conoscibilità dello stato di insolvenza, purché idonei – in quanto dotati dei requisiti di gravità, precisione e concordanza – a fornire la prova presuntiva della conoscenza effettiva e non solo della mera conoscibilità dello stato anzidetto. Trattandosi di offrire la prova di uno stato soggettivo, che non può essere data in via diretta, è imprescindibile fare riferimento, mediante lo strumento delle presunzioni, all’esistenza di segni esteriori dell’insolvenza e alla loro conoscibilità da parte del convenuto in revocatoria avendo riguardo al parametro astratto del soggetto di ordinaria prudenza e avvedutezza, dovendosi ritenere integrato il requisito quando la probabilità della scientia decoctionis trovi il suo fondamento nei presupposti e nelle condizioni (economiche, sociali, organizzative, topografiche e culturali) nelle quali si sia concretamente trovato ad operare il creditore del fallito secondo gli “indici di attitudine percettiva” rispettivamente ravvisabili per ciascun interessato, nel singolo caso concreto. In proposito tuttavia va sottolineata appunto quale portato dello strumento utilizzato, l’irrilevanza di tutte le manifestazioni di ingenuità, di sprovvedutezza, di soggettivi errori di percezione attraverso le quali il terzo volesse accreditare, contro ogni ragionevole valutazione delle circostanze e contro ogni evidenza di segno contrario, una condizione di buona fede.

Tribunale di Modena (Cortelloni), sentenza n. 2110 del 20 dicembre 2018

Esito: Accoglimento (5)

Classificazione:

| art. 2901 c.c. |
(05) Capo V - Dei mezzi di conservazione della garanzia patrimoniale (artt. 2900-2906 cc), R.D. n. 267 del 1942 (Legge Fallimentare)

Avvocato in Modena

Related Articles

0 Comment