Se e quando l’impossibilità sopravvenuta libera dall’obbligazione

Ai sensi degli art. 1218 cc e art. 1256 cc, il debitore è responsabile per l’inadempimento dell’obbligazione fino al limite estremo della possibilità della prestazione, presumendosi l’inadempimento, salvo prova dell’impossibilità sopravvenuta, che libera dall’obbligazione (se definitiva) o esonera da responsabilità per il ritardo (se temporanea) purché abbia natura esterna al rapporto obbligatorio nonché carattere imprevedibile e inevitabile secondo la diligenza media. (...)

Contenuti riservati agli utenti registrati. Effettuare il login


(03) Capo III - Dell'inadempimento delle obbligazioni (artt. 1218-1229 cc), (04) Capo IV - Dei modi di estinzione delle obbligazioni diversi dell'adempimento (artt. 1230-1259 cc), (14) Capo XIV - Della risoluzione del contratto (artt. 1453-1469 cc)

Avvocato in Modena

Related Articles

0 Comment