La revoca del fallimento produce effetti solo quando passa in giudicato


La revoca del fallimento è idonea a produrre effetti solo a seguito di passaggio in giudicato della relativa decisione e nelle more proseguono sia le attività liquidatorie che i giudizi pendenti. Da tale momento, viene meno la capacità processuale del curatore ad agire in giudizio, con conseguente interruzione del processo e non la sua sospensione. [...]

Contenuti riservati agli utenti registrati: crea un account oppure effettua il login.

(01) Capo I - Disposizioni generali (artt. 2907-2909 cc), R.D. n. 267 del 1942 (Legge Fallimentare)

Avvocato in Modena

Related Articles

0 Comment

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.