La responsabilità dell’Assicuratrice per fatto illecito dell’agente

L’art. 2049 cc è applicabile all’assicuratrice, purché l’agente sia inserito nell’impresa; è irrilevante, invece, che le parti siano legate da un rapporto continuativo o di lavoro subordinato. In particolare, la responsabilità ex art. 2049 cc può estendersi alle condotte tenute dall’agente nell’ambito delle proprie mansioni e che siano state determinate o agevolate dal ruolo svolto e su cui il preponente avrebbe dovuto esercitare i propri poteri di direzione o di vigilanza e non è esclusa neppure nel caso in cui il preposto abbia violato i limiti delle proprie mansioni o abbia, senza violarli, agito all’insaputa del preponente: l’occasionalità necessaria tra le incombenze affidate all’agente e il suo illecito, doloso o colposo, è configurabile quindi in tutte le ipotesi in cui il comportamento dell’agente rientri nel quadro delle attività funzionali dell’assicuratore.

Tribunale di Modena (Grandi), sentenza n. 138 del 25 gennaio 2019

Esito: Accoglimento (5)

Classificazione:

| art. 1742 c.c. | art. 1745 c.c. | art. 1882 c.c. | art. 1903 c.c. | art. 2049 c.c. |
(09) Titolo IX - Dei fatti illeciti (artt. 2043-2059 cc), (10) Capo X - Del contratto di agenzia (artt. 1742-1753 cc), (20) Capo XX - Dell'assicurazione (artt. 1882-1932 cc)

Avvocato in Modena

Related Articles

0 Comment