Il termine di sei mesi, nei casi indicati dall’art. 67 comma 2 LF, si computa non dall’assegnazione delle somme nell’esecuzione presso terzi ma dall’effettivo incasso


Quanto al lasso temporale tra pagamento e proposizione dell’azione, ai fini dell’esperibilità dell’azione revocatoria occorre avere riguardo ai pagamenti intervenuti nei sei mesi anteriori alla dichiarazione di fallimento, termine che va computato non dalla assegnazione del credito ma dal momento in cui interviene l’atto solutorio, ovvero il pagamento effet [...]

Contenuti riservati agli utenti registrati: crea un account oppure effettua il login.

R.D. n. 267 del 1942 (Legge Fallimentare)

Related Articles

0 Comment

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.