Accertamento – titoli posseduti tramite società finanziaria – voluntary disclosure – illegittimità dell’atto impositivo.

Le società finanziarie in genere si caratterizzano per il possesso di attività finanziarie meramente cartolari cioè “titoli” di “proprietà” o di “credito” rappresentanti altri “titoli” di secondo livello. Soltanto questi ultimi sono gli elementi portatori della sostanziale “utilità” economica che determina il valore patrimoniale da utilizzare ai fini della voluntary disclosure. Commissione Tributaria Provinciale di […]

Read More &#8594

Accertamento – oggettiva inesistenza – sovrafatturazione – elementi indiziari – sussistenza – controprova del contribuente – assenza – legittimità dell’avviso di accertamento

La mera assenza di acquisti da parte del fornitore (la quale risulterebbe dalle dichiarazioni fiscali), non basta da sola a presumere l’inesistenza oggettiva della fornitura acquistata dal suo cliente. È invece legittimo presumere la sovrafatturazione degli acquisti, e dunque la loro parziale oggettiva inesistenza, quando l’acquirente non è in grado di motivare lo scostamento rispetto […]

Read More &#8594

Cartella di pagamento – Modello standardizzato legalmente approvato – Motivazione – Difetto – Inconfigurabilità – Sindacato del giudice – Insussistenza.

Non è configurabile un vizio di motivazione della cartella di pagamento perché la cartella risponde, nella sua configurazione, ad un modello standardizzato e legalmente approvato sicché il suo contenuto non è disponibile per nessuno, né per l’AdE né per l’Agente della Riscossione, per cui al giudice non è dato di riscontrarne difetto alcuno sul piano […]

Read More &#8594

Attività penalmente illecite – Proventi – Imponibilità – Sussiste – Esercizio dell’azione penale o sentenza di condanna – Condizioni per la tassabilità – Esclusione – Astratta qualificabilità come reato – Sufficienza. Disconoscimento di perdite pregresse – Cartella ex art. bis D.P.R. 600/1973 – Illegittimità – Avviso di accertamento – Necessità.

L’art. 14, comma 4, L. n. 537/1993, disponendo che nella categoria di redditi di cui all’art. 6, comma 1, T.U.I.R., devono intendersi ricompresi i proventi derivanti da fatti, atti o attività “qualificabili” come illecito civile, penale o amministrativo, se non già sottoposti a sequestro o confisca penale, non pretende l’esercizio dell’azione penale né di una […]

Read More &#8594

Notifiche – Prova – Produzione o esibizione dell’originale o di copia della cartella – Necessità – Esclusione.

Al fine della dimostrazione della ritualità della notifica l’Agente della riscossione non è tenuto a esibire (o produrre) l’originale o la copia della cartella in quanto l’unico originale esistente è quello consegnato al destinatario; l’Agente della riscossione deve conservare o la matrice cartacea ove questa (ancora) sia in uso ovvero i dati digitali accessibili per […]

Read More &#8594