Quando il messo notificatore non trova il contribuente

La notificazione degli avvisi e degli atti tributari impositivi, nel sistema delineato dal D.P.R. n. 600/1973, art. 60 va effettuata secondo il rito previsto dall’art. 140 cpc quando siano conosciuti la residenza e l’indirizzo del destinatario, ma non si sia potuto eseguire la consegna perché questi, nella circostanza, non è stato ivi rinvenuto, mentre va effettuata secondo la disciplina di cui all’art. 60 cit., lett. e), quando il messo notificatore non reperisca il contribuente, perché risulta trasferito in luogo sconosciuto; è necessario che il messo notificatore, prima di procedere alla notifica ex art. 60 citato, effettui, nel Comune del domicilio fiscale del contribuente, le ricerche volte a verificare la sussistenza dei presupposti per operare la scelta, tra le due citate possibili opzioni, del procedimento notificatorio e, segnatamente, ad accertare che il mancato rinvenimento del destinatario dell’atto, sia dovuto ad “irreperibilità relativa”, trattandosi di trasferimento nell’ambito dello stesso Comune, ovvero ad “irreperibilità assoluta”, in quanto, nel Comune, già sede del domicilio fiscale, il contribuente non ha più né abitazione, né ufficio o azienda e, quindi, mancano dati ed elementi, oggettivamente idonei, per notificare altrimenti l’atto; attività di ri (...)

Contenuti riservati agli utenti registrati. Effettuare il login


Tributario

Related Articles

0 Comment