Prova e quantificazione del c.d. danno tanatologico

L’interesse non patrimoniale leso dalla morte del congiunto per l’altrui fatto illecito pertiene all’intangibile sfera degli affetti e della reciproca solidarietà familiare, nonché alla libertà di piena esplicazione della persona umana nella famiglia, come intesa e tutelata dagli art. 2 Cost., art. 29  Cost. e art. 30 Cost. In particolare, il danno non patrimoniale consegue […]

Read More &#8594

La c.d. personalizzazione del danno

La c.d. personalizzazione della liquidazione del danno è astrattamente possibile, in relazione al caso concreto singolarmente esaminato, così da comportare il superamento dei limiti minimi e dei limiti massimi contemplati nella tabelle di Milano; peraltro, tale deroga può tuttavia ammettersi solo allorquando la specifica vicenda presa in considerazione non rientri nell’ambito dell’ordinario e pure differenziato […]

Read More &#8594

Gli 8 capisaldi del danno non patrimoniale

1) il danno non patrimoniale di cui all’art. 2059 cc si identifica con il danno determinato dalla lesione di interessi inerenti la persona non connotati da rilevanza economica; 2) il danno non patrimoniale è connotato da tipicità, poiché l’art. 2059 cc ne consente la riparazione solo nei casi determinati dalla legge (art. 185 c.p. che […]

Read More &#8594

Danno non patrimoniale: vademecum in otto punti

1) il danno non patrimoniale di cui all’art. 2059 cc s’identifica con il danno determinato dalla lesione di interessi inerenti alla persona non connotati da rilevanza economica; 2) il danno non patrimoniale è connotato da tipicità, poiché l’art. 2059 cc ne consente la riparazione solo nei casi determinati dalla legge (art. 185 c.p. che prevede […]

Read More &#8594