I limiti dell’opposizione all’esecuzione intrapresa su titolo giudiziale

Nel caso di opposizione ex art. 615 cpc se l’esecuzione si fonda su un titolo giudiziale possono farsi valere soltanto fatti sopravvenuti alla formazione del titolo. In particolare, nel giudizio di opposizione all’esecuzione promossa in base a titolo esecutivo di formazione giudiziale, la contestazione del diritto di procedere ad esecuzione forzata può essere fondata su […]

Read More &#8594

Opposizione dell’esecuzione e impugnazione del titolo esecutivo

Nel giudizio di opposizione all’esecuzione ai sensi dell’art. 615 cpc non possono proporsi questioni in contrasto con il contenuto del titolo esecutivo giudiziale e deducibili, invece, con specifici mezzi di impugnazione, con la conseguenza che non vi è alcuna possibilità di concorso tra quel mezzo di impugnazione e l’opposizione dell’esecuzione. Tribunale di Modena (Pagliani), sentenza […]

Read More &#8594

L’opposizione all’esecuzione promossa su decreto ingiuntivo provvisoriamente esecutivo

Nel giudizio di opposizione all’esecuzione, l’indagine del giudice è limitata all’accertamento della esistenza e validità del titolo esecutivo e delle eventuali cause che ne abbiano successivamente determinato l’invalidità o l’inefficacia. Pertanto, nel giudizio di opposizione alla esecuzione promossa in forza di decreto ingiuntivo provvisoriamente esecutivo, il debitore esecutato non può contestare la legittimità del provvedimento […]

Read More &#8594

Opposizione all’esecuzione promossa in pendenza di un’opposizione a precetto promossa per le medesime ragioni: quid juris?

Qualora sia promossa un’opposizione all’esecuzione ex art. 615 cpc co. 2 identica, per fatti costitutivi dedotti, ad un’opposizione a precetto già pendente, il giudice dell’esecuzione, all’esito della fase sommaria, non deve assegnare alle parti il termine per promuovere il giudizio di merito ex art. 616 cpc, giacchè quest’ultimo sarebbe destinato ad essere definito in rito […]

Read More &#8594

Opposizione all’esecuzione: la tardiva iscrizione a ruolo della causa di merito comporta l’improcedibilità della domanda?

In tema di opposizione all’esecuzione (art. 615 cpc), la tardiva iscrizione a ruolo della causa di merito ex art. 616 cpc non determina l’improcedibilità del giudizio, ma soltanto l’applicazione delle regole generali di cui agli art. 171 cpc e art. 307 cpc, assolvendo l’iscrizione a ruolo, mero adempimento amministrativo, la funzione di rimarcare l’autonomia della […]

Read More &#8594