Decadenza istruttoria ed eccezione di controparte

Nell’ipotesi in cui il convenuto nelle controversie in materia di lavoro non eccepisca tempestivamente, ai sensi dell’art. 416 cpc, la decadenza della controparte dalla prova testimoniale (non indicata con l’atto introduttivo ex art. 414 cpc) e non si opponga alla richiesta dei mezzo istruttorio formulata solo all’udienza di discussione, chiedendo a sua volta prova contraria, […]

Read More &#8594

Prove d’ufficio

Anche nel rito del lavoro, l’attore ha l’onere di dimostrare tutti i fatti costitutivi del diritto del quale chiede la tutela, senza poter frazionare la prova testimoniale nei due diversi gradi dei giudizio di merito. D’altra parte, il giudice non può sopperire alle carenze probatorie imputabili alle parti, in quanto il suo potere di ammettere […]

Read More &#8594

Padroni e committenti

La presunzione di responsabilità sancita dall’art. 2049 cc a carico dei padroni e committenti per il danno arrecato dal fatto illecito dei loro domestici e commessi, implicitamente richiamata dell’art. 10 dei d.P.R. n. 1124 dei 1965, postula da un lato l’esistenza di un rapporto di lavoro o di commissione e, dall’altro, un collegamento tra il […]

Read More &#8594

Responsabilità di padroni e committenti

La relazione di occasionalità necessaria fra l’illecito e l’attività del preponente non sussiste quando il commesso abbia seguito finalità proprie alle quali il committente non fosse neppure mediatamente interessato e quando il commesso si sia abusivamente servito della sua posizione lavorativa per raggirare il terzo. Pretura di Modena (Bisi), 29 luglio 1998

Read More &#8594