Padroni e committenti

In tema di persona civilmente responsabile per il fatto del condannato, la responsabilità indiretta del committente, a norma dell’art. 2049 cc, richiede, come condizione imprescindibile, l’esistenza di un rapporto di occasionalità necessaria tra il fatto illecito realizzato dal dipendente e le mansioni a lui affidate, nel senso che le modalità esecutive delle prestazioni svolte devono […]

Read More &#8594

Responsabilità di padroni e committenti

Il nesso di occasionalità necessaria tra l’illecito del commesso e le mansioni affidategli, presupposto della responsabilità del committente ex art. 2049 cc, non sussiste quando l’azione del commesso è manifestamente diretta al perseguimento di finalità proprie, cui il committente non sia neppure mediatamente interessato. Pretura di Modena (Bisi), 29 luglio 1998

Read More &#8594

Dimissioni in tronco del lavoratore

Ai sensi dell’art. 2119 cc un inadempimento datoriale legittima l’esercizio da parte dei prestatore dei diritto di recesso per giusta causa- cc.dd. dimissioni in tronco – con esonero quindi dell’onere dei preavviso (e del correlativo obbligo in caso di mancato assolvimento dell’onere predetto dei pagamento della corrispondente indennità sostitutiva) ed anzi, con diritto al pagamento […]

Read More &#8594

Scambio e sinallagma nel rapporto di lavoro

Il rapporto di lavoro subordinato non è di puro scambio (pur ovviamente essendo presente il fondamentale sinallagma rappresentato dalla prestazione di attività di lavoro, contro il pagamento della retribuzione). Si richiama in proposito non tanto le deviazioni dalla regola della corrispettività (ad esempio la sussistenza della obbligazione retributiva pur in assenza della controprestazione per malattia […]

Read More &#8594

Comportamenti tenuti dal lavoratore nella vita privata e licenziamento

I comportamenti tenuti dal lavoratore nella vita privata ed estranei perciò all’esecuzione della prestazione lavorativa, se, in genere, sono irrilevanti ai fini della lesione dei rapporto fiduciario, che costituisce giusta causa di licenziamento (o giustificato motivo soggettivo), possono tuttavia assumere rilievo agli stessi fini, allorché per la loro gravità siano tali da far ritenere il […]

Read More &#8594