Atto di precetto su D.I.: non basta dire che è divenuto definitivo o la data della F.E., ma serve anche la menzione del provvedimento (o del giudice) che ne ha disposto l’esecutorietà, a pena di nullità insanabile

Ai fini dell’esecuzione fondata su decreto ingiuntivo, non occorre una nuova notificazione del titolo (divenuto) esecutivo, ma l’atto di precetto deve contenere, a pena di nullità, la menzione del provvedimento che ha disposto la esecutorietà ovvero l’indicazione dell’autorità disponente pur senza l’osservanza di particolari requisiti formali, non essendo perciò sufficiente, ex art. 654 cpc co. […]

Read More &#8594

Nullità parziale del precetto per eccessività della somma intimata

L’intimazione di precetto per somma superiore a quella dovuta non produce la nullità del precetto, ma da luogo soltanto alla riduzione della somma domandata nei limiti di quella dovuta. L’intimazione, quindi, rimane valida per la somma effettivamente dovuta, alla cui determinazione provvede il giudice che è investito di poteri di cognizione ordinaria, a seguito dell’opposizione, […]

Read More &#8594

Parametri forensi: l’aumento dei compensi professionali in caso di manifesta fondatezza della domanda

L’art. 4 co. 8 D.M. n. 55/2014 (secondo cui «Il compenso da liquidare giudizialmente a carico del soccombente costituito può essere aumentato fino a un terzo rispetto a quello altrimenti liquidabile quando le difese della parte vittoriosa sono risultate manifestamente fondate») ha la medesima ratio -anche punitiva- dell’art. 96 cpc in tema di lite temeraria […]

Read More &#8594