Trascuratezza e superficialità del curatore legittimano il fallito a impugnare gli atti impositivi


L’inerzia del curatore che legittima il fallito a impugnare gli atti impositivi deve derivare dalla mancata valutazione da parte del curatore del rapporto costi/benefici finalizzato a una migliore tutela dei creditori (nel caso di specie il curatore si era limitato a chiedere al fallito un cauzione nel caso di soccombenza per cui al fallito è stata riconosciuta l [...]

Contenuti riservati agli utenti registrati: crea un account oppure effettua il login.

Tributario

Related Articles

0 Comment