L’attendibilità delle deposizioni rese dai testi è rimessa all’esclusiva valutazione del giudice di merito

Il ricorso per cassazione è inammissibile se volto alla valorizzazione di una prova testimoniale rimessa all’apprezzamento del giudice e alle dichiarazioni rese dalla parte, ritenute insufficienti in sede di merito a costituire la prova del fatto costitutivo della domanda. Corte di Cassazione, sez. III civ. (pres. Vivaldi, rel. Moscarini) sentenza n. 9051 del 12 aprile […]

Read More &#8594

Locazione abitativa simulata da comodato: i limiti probatori per la parte che voglia dimostrare di essere conduttore e non comodatario

Posto che la locazione abitativa deve essere redatta per iscritto a pena di invalidità (art. 1, co. 4, L. n. 431/1998), al di fuori delle ipotesi di illiceità (art. 1417 cc) ed in difetto di confessione (art. 2733 cc) o giuramento (art. 2738 cc), la prova di una sua asserita simulazione (art. 1414 cc) rimane […]

Read More &#8594

La nullità della testimonianza per incapacità a deporre deve essere tempestivamente eccepita dalla parte

La nullità della testimonianza tutela un interesse di parte, quindi è insuscettibile di rilievo officioso e va eccepita nell’udienza istruttoria in cui è resa, altrimenti è sanata ex art. 157 cpc co. 2 e l’acquiescenza è rilevabile d’ufficio dal giudice. Conseguentemente, in assenza di eccezione, la testimonianza è validamente acquisita al processo, ma il giudice […]

Read More &#8594

I presupposti dell’incapacità a testimoniare

L’incapacità a deporre ex art. 246 cpc, che si identifica con l’interesse a proporre la domanda o a contraddirvi (art. 100 cpc), richiede un interesse personale, attuale e concreto che lo legittimerebbe a partecipare al processo in cui è richiesta la sua testimonianza, non assumendo, invece, rilevanza l’interesse di fatto a una determinata conclusione del […]

Read More &#8594