Le detrazioni per interventi edilizi non sono trasferibili se sostenute dal famigliare dell’alienante

L’art. 16 bis, co. 8, del T.U.I.R., prevede che in caso di vendita di un immobile il venditore (nella fattispecie una donna coniugata) ha la facoltà di continuare a fruire delle detrazioni derivanti da spese sostenute per interventi edilizi non utilizzate ovvero di trasferire il diritto all’acquirente (nella fattispecie, la figlia), trasferimento che non si verifica (in capo alla figlia) – rendendo legittima la loro ripresa a tassazione – quando le spese sono state sostenute dal coniuge dell’alienante che quindi non può trasferire all’acquirente le detrazioni che gli spetterebbero non essendo titolare di alcun diritto reale oggetto del trasferimento. (...)

Contenuti riservati agli utenti registrati. Effettuare il login


Tributario

Related Articles

0 Comment