La modifica della domanda nell’atto di riassunzione

L’atto di riassunzione del giudizio a seguito della cancellazione della causa dal ruolo non richiede la riproduzione di tutte le domande della parte e l’esposizione analitica dei fatti di causa, una volta che contenga, a norma dell’art. 125 disp.att.cpc, il richiamo della citazione introduttiva e del provvedimento di cancellazione dal ruolo (Nel caso di specie, […]

Read More &#8594

Il perfezionamento della notificazione a mezzo posta, in caso di assenza o rifiuto del destinatario

Il termine di dieci giorni necessario ai fini del perfezionamento della notificazione a mezzo posta, in caso di assenza del destinatario (e di rifiuto, mancanza, inidoneità o assenza delle altre persone abilitate a ricevere l’atto), non si pone in contrasto con il diritto di difesa garantito dall’art. 24 Cost., risultando detto termine espressione non irragionevole […]

Read More &#8594

La “ripresa” della (prima) notifica non andata a buon fine rimette in termini la parte

In tema di notificazioni degli atti processuali, qualora la notificazione dell’atto, da effettuarsi entro un termine perentorio, non si concluda positivamente per circostanze non imputabili al richiedente, questi ha la facoltà e l’onere – anche alla luce del principio della ragionevole durata del processo, atteso che la richiesta di un provvedimento giudiziale comporterebbe un allungamento […]

Read More &#8594

La garanzia per vizi: termini e modalità della denuncia

In tema di garanzia dei vizi, allorché sia eccepita la tardività della denuncia incombe su chi ha interesse a far valere i vizi stessi non solo l’onere della prova della loro esistenza ma anche della tempestività della relativa denuncia nei termini di legge, trattandosi di condizione necessaria per l’esercizio dell’azione, fermo restando che la denuncia […]

Read More &#8594

La ripartizione dell’onere della prova in ambito contrattuale

Il creditore che agisce in giudizio, sia per l’adempimento del contratto sia per la risoluzione ed il risarcimento del danno, deve fornire la prova della fonte negoziale o legale del suo diritto (ed eventualmente del termine di scadenza), limitandosi ad allegare l’inadempimento della controparte, su cui incombe l’onere della dimostrazione del fatto estintivo costituito dall’adempimento. […]

Read More &#8594