I tre presupposti per la responsabilità professionale dell’avvocato

Ai fini dell’accertamento della responsabilità professionale dell’avvocato, incombe al cliente l’onere di allegare specificatamente la difettosa od inadeguata prestazione professionale, l’esistenza del danno ed il rapporto di causalità; gravando, ex adverso, sull’avvocato convenuto l’onere della prova liberatoria della non imputabilità del fatto e, per tal via, dell’assenza di colpa (presunta ex art. 1218 cc). In […]

Read More &#8594

La scienza giuridica non consente di ottenere risultati sperimentali certi, ma solo probabilistici

In tema di responsabilità professionale dell’avvocato, attesa la natura delle scienze giuridiche, il criterio di valutazione della certezza del danno patito dal cliente non può essere inteso in senso assoluto, ma deve informarsi al criterio della ragionevole certezza, se non addirittura in termini probabilistici: potendo essere ragionevolmente soddisfacente un criterio per il quale sussiste responsabilità […]

Read More &#8594

Responsabilità professionale dell’avvocato: l’onere della prova a carico dell’ex cliente

Nelle cause di responsabilità professionale nei confronti dei legali, occorre dimostrare la derivazione causale tra l’inadempimento allegato e il danno e, per far ciò, occorre allegare le ragioni per cui il comportamento corretto del professionista avrebbe determinato un risultato diverso da quello ottenuto. Tribunale di Modena (Pagliani), sentenza n. 1422 del 22 novembre 2022

Read More &#8594

Interessi usurari e onere della prova a carico del debitore

Il debitore che intenda provare l’entità usuraria degli stessi ha l’onere non solo di specificare in che termini sarebbe avvenuto il superamento dei tassi soglia ma anche di indicare e documentare questi ultimi, individuando i trimestri di riferimento e la percentuale di sconfinamento rispetto al tasso soglia indicato nei relativi decreti ministeriali. Tribunale di Modena […]

Read More &#8594

Le conseguenze della c.d. usura sopravvenuta

Per la qualificazione di un tasso come usurario occorre fare applicazione dell’art. 644 c.p., tenendo conto del momento in cui gli interessi sono convenuti, indipendentemente dal momento del loro pagamento. Di conseguenza, allorché il tasso degli interessi concordato tra mutuante e mutuatario superi, nel corso dello svolgimento del rapporto, la soglia dell’usura come determinata in […]

Read More &#8594