Reformatio in peius nel giudizio di appello

Il divieto per il giudice d’appello di revocare i benefici concessi in primo grado va inteso soltanto come semplice limitazione del potere del giudice di secondo grado di valutare discrezionalmente l’opportunità di mantenere fermi i benefici stessi, ma sempre sul presupposto che persistano le condizioni stabilite dalla legge. Ne deriva che qualora la sospensione condizionale […]

Read More &#8594

Disturbo alle occupazioni ed al riposo delle persone e illecito amministrativo ex art 10 L. 447/95

In tema di disturbo delle occupazioni e del riposo delle persone, l’esercizio di una attività o di un mestiere rumoroso, integra: A) l’illecito amministrativo di cui all’art. 10, co. 2, L. n. 447/1995, qualora si verifichi esclusivamente il mero superamento dei limiti di emissione del rumore fissati dalle disposizioni normative in materia; B) il reato […]

Read More &#8594

Interruzione del nesso causale nei reati colposi e volontaria esposizione al pericolo da parte della vittima

Ai fini dell’apprezzamento dell’eventuale interruzione del nesso causale tra la condotta e l’evento, il concetto di causa sopravvenuta da sola sufficiente a determinare l’evento si riferisce non solo al caso di un processo causale del tutto autonomo ma anche all’ipotesi di un processo non completamente avulso dall’antecedente e tuttavia sufficiente a determinare l’evento. É configurabile […]

Read More &#8594

Sul potere di assumere d’ufficio mezzi di prova a norma dell’art. 507 c.p.p.

Il potere del giudice di assumere d’ufficio nuovi mezzi di prova a norma dell’art. 507 cod. proc. pen., può essere esercitato anche con riferimento a quelle prove che le parti avrebbero potuto richiedere e non hanno richiesto, ove sussista il requisito della loro assoluta necessità. Il potere di disporre d’ufficio l’assunzione di nuovi mezzi di […]

Read More &#8594

Applicazione della causa di non punibilità ex art. 590 sexies cod. pen. in ambito di responsabilità medica.

L’art. 590 sexies cod. pen. prevede una causa di non punibilità applicabile ai fatti inquadrabili nel paradigma dell’art. 589 cod. pen. o di quello dell’art. 590 cod. pen., operante nei soli casi in cui l’esercente la professione sanitaria abbia individuato e adottato linee guida adeguate al caso concreto e versi in colpa lieve da imperizia […]

Read More &#8594