Responsabilità civile, anche oggettiva: il comportamento colposo del danneggiato può interrompere il nesso causale


Il principio secondo cui, ricorrendo la fattispecie della responsabilità da cose in custodia, il comportamento colposo del danneggiato può escludere il nesso causale tra cosa e danno e, con esso, la responsabilità del custode (integrando gli estremi del caso fortuito rilevante a norma dell’ art. 2051 cc), deve a maggior ragione valere ove si inquadri la fattisp [...]

Contenuti riservati agli utenti registrati: crea un account oppure effettua il login.

(03) Capo III - Dell'inadempimento delle obbligazioni (artt. 1218-1229 cc), (09) Titolo IX - Dei fatti illeciti (artt. 2043-2059 cc)

Avvocato in Modena

Related Articles

0 Comment