La mancata risposta all’interrogatorio formale

Ove la parte non si presenti a rendere interrogatorio formale, l’art. 232 cpc non ricollega a tale mancata risposta l’effetto automatico della fictio confessio, ma dà al Giudice la facoltà di ritenere ammessi i fatti dedotti con il mezzo istruttorio, imponendogli nel contempo di valutare ogni altro elemento di prova idoneo a fornire elementi di giudizio integrativi, di talché è assolutamente consentito al Giudice negare il valore di confessione alla mancata risposta all’interrogatorio quando i fatti dedotti non siano suffragati da altri elementi acquisiti nel processo.
Tribunale di Modena (Cividali S.), sentenza n. 625 del 13 maggio 2009
Senza categoria

Avvocato in Modena.

Related Articles

0 Comment