Fideiussione, la clausola che deroga all’art. 1957 cc è vessatoria secondo il codice del consumo

La clausola che, derogando all’art. 1957 cc, precluda al fideiussore di eccepire il fatto estintivo costituito dalla mancata proposizione, da parte del creditore, di istanze nei confronti del debitore nei sei mesi successivi alla scadenza dell’obbligazione principale deve presumersi vessatoria ex art. 33 co. 2 lett. t), Codice del Consumo (D.Lgs. n. 206/2005), in quanto limitativa della facoltà di opporre eccezioni.

Tribunale di Modena (Siracusano), sentenza n. 406 del 21 marzo 2019

Esito: Accoglimento (4)

Classificazione:

| art. 1936 c.c. | art. 1957 c.c. |

(22) Capo XXII - Della fideiussione (artt. 1936-1957 cc), Codice del Consumo (D.Lgs. n. 206 del 2005)
Avatar

Avvocato in Modena

Related Articles

0 Comment