L’illecito amministrativo commesso in buona fede: l’errore di fatto o di diritto scusabile

In tema di illecito amministrativo, l’esimente della buona fede, intesa come errore sulla liceità del fatto, rileva come causa di esclusione della responsabilità amministrativa solo quando risulti che il trasgressore non sia stato negligente o imprudente, ossia che abbia fatto tutto quanto possibile per osservare la legge, onde nessun rimprovero possa essergli mosso. Con particolare […]

Read More &#8594

La responsabilità civile del professionista per violazione dei proprio obblighi deontologici

Affinché possa affermarsi che, da eventuali omissioni o condotte negligenti, assunte dal professionista, in violazione dei proprio obblighi deontologici, sia scaturito un danno per la parte assistita, è necessario accertare, in base a criteri probabilistici, che, in mancanza di tali condotte omissive o negligenti, si sarebbe conseguito un risultato diverso e favorevole. Tale indagine è […]

Read More &#8594

L’inefficacia per tardiva notifica ex art. 644 non preclude la pronuncia nel merito da parte del giudice dell’opposizione

L’eventuale tardiva notifica del decreto ingiuntivo ex art. 644 cpc non preclude la pronuncia nel merito da parte del giudice dell’opposizione, previa revoca della pronuncia monitoria in quanto inefficace, dovendosi comunque in questa fase accertare la fondatezza della pretesa fatta valere dall’ingiungente opposto. Tribunale di Modena (Masoni), sentenza n. 730 del 25 giugno 2020

Read More &#8594

Appalto: la responsabilità del direttore dei lavori

In tema di appalto, il direttore dei lavori, che ha l’obbligo di coordinare e visionare l’attività e verificare che l’esecuzione di lavori sia a regola d’arte ed in conformità del progetto e del contratto, risponde solidalmente con l’appaltatore purchè le azioni o le omissioni di ciascuno abbiano concorso in modo efficiente produrre l’evento. Tribunale di […]

Read More &#8594