Sfratto: i limiti all’opposizione dopo la convalida

L’opposizione dopo la convalida è ammessa, ai sensi dell’art. 668 cpc (interpretato alla luce della sentenza della Corte Costituzionale n. 89 del 1972) soltanto nel caso in cui l’intimato non abbia avuto tempestiva conoscenza della citazione per irregolarità della notificazione ovvero per caso fortuito o forza maggiore, e nel caso in cui lo stesso, pur […]

Read More &#8594

La responsabilità per il caso di incendio di cosa locata

Il conduttore risponde quale custode a norma dell’art. 2051 cc. dei danni che l’incendio sviluppatosi nell’immobile locatogli abbia cagionato a terzi e si libera da tale responsabilità solo dando la prova del fortuito, in particolare dimostrando di avere correttamente espletato, con la diligenza adeguata alla natura e alla funzione della cosa, tutte le attività di […]

Read More &#8594

Le dichiarazioni obbligatorie sulla regolarità urbanistica dell’immobile non riguardano il contratto preliminare

I requisiti di cui all’art. 40 della L. n. 47/1985, tra cui la dichiarazione in ordine all’anteriorità, rispetto al settembre 1967 della costruzione dell’immobile, sono richiesti ai fini della validità dell’atto traslativo di vendita e non del contratto preliminare, attesa la sua natura di contratto a effetti obbligatori. Tribunale di Modena (Siracusano), sentenza n. 972 […]

Read More &#8594

Notifica a mezzo posta (cartacea): l’effetto anticipato provvisorio vale anche per le notifiche in proprio

In tema di notificazione a mezzo del servizio postale, il principio, derivante dalla sentenza n. 477 del 2002 della Corte costituzionale, secondo cui la notificazione a mezzo posta deve ritenersi perfezionata per il notificante con la consegna dell’atto da notificare all’ufficiale giudiziario, ha carattere generale, e trova pertanto applicazione anche nell’ipotesi in cui la notifica […]

Read More &#8594