Annullamento del contratto di assicurazione per reticenza dell’assicurato: l’elemento soggettivo

L’elemento soggettivo per l’annullamento del contratto di assicurazione ai sensi dell’art. 1892 cc non richiede che l’assicurato ponga in essere artifici o altri mezzi fraudolenti, essendo sufficiente, quanto al dolo, la coscienza e volontà di rendere una dichiarazione inesatta o reticente e, quanto alla colpa grave, che la dichiarazione inesatta o reticente sia frutto di […]

Read More &#8594

Il contratto di assicurazione è annullabile per reticenza o dichiarazioni inesatte dell’assicurato

Il contratto di assicurazione è annullabile per reticenza o dichiarazioni inesatte ex art. 1892 cc quando l’assicurato abbia con coscienza e volontà omesso di riferire all’assicuratore, nonostante gli sia stata rivolta apposita domanda, circostanze suscettibili di esercitare una effettiva influenza sul rischio assicurato, non essendo necessaria anche la consapevolezza di essere affetto dalla specifica malattia […]

Read More &#8594

Responsabilità per fatto altrui: il regresso nei confronti del responsabile diretto è per l’intero

La committente risponde nei confronti del danneggiato per fatto altrui (art. 2049 cc e art. 2055 cc co. 1), ossia l’illecito del preposto, ma ciò non implica che sia coautrice dell’evento lesivo. Conseguentemente, non essendovi concorso degli obbligati nella produzione del danno, i criteri stabiliti dall’art. 2055 cc co. 2, che non disciplina le ipotesi […]

Read More &#8594

L’agente assicurativo risponde in via oggettiva degli illeciti del subagente

L’agente di un’impresa di assicurazioni risponde ex art. 2049 cc dei danni cagionati dagli illeciti del subagente, ove riconducibili alle incombenze attribuitegli, quando si riscontri il nesso di occasionalità necessaria; se, invece, le condotte del subagente esorbitano dalle sue mansioni e il preponente abbia colposamente omesso gli accorgimenti idonei a prevenire l’evento lesivo, la sua […]

Read More &#8594