Cartella esattoriale non opposta: opera la prescrizione decennale dell’actio judicati?

Il credito contributivo, successivamente alla emissione della cartella esattoriale non opposta, soggiace al regime prescrizionale suo proprio, ovvero quinquennale, a decorrere dalla data di notifica del titolo esecutivo e cioè della cartella esattoriale. Infatti, la scadenza del termine per proporre opposizione a cartella di pagamento pur determinando la decadenza della possibilità di proporre impugnazione, produce soltanto l’effetto sostanziale della irretrattabilità del credito contributivo, senza determinare anche la c.d. conversione del termine di prescrizione breve in quello ordinario decennale ai sensi dell’art. 2953 cc; tale ultima disposizione infatti si applica soltanto nelle ipotesi in cui intervenga un titolo giudiziario divenuto definitivo, mentre la suddetta cartella, avendo natura di atto amministrativo, è prova dell’attitudine ad acquistare efficacia di giudicato.

Tribunale di Modena (Primiceri), sentenza n. 497 del 28 marzo 2019
NOTA
In senso conforme, Tribunale di Modena (Primiceri), sentenza n. 491 del 28 marzo 2019.

Esito: Accoglimento (5)

Classificazione:

| art. 2953 c.c. |

(01) Capo I - Della prescrizione (artt. 2934-2963 cc)
Avatar

Avvocato in Modena

Related Articles

0 Comment