Revocatoria fallimentare: l’eccezione relativa al pagamento in termini d’uso va sollevata costituendosi 20 giorni prima dell’udienza?

L’eccezione relativa al pagamento in termini d’uso e conseguente esonero dall’azione revocatoria di cui all’art 67 co. 3 Legge Fall. non è qualificabile come eccezione in senso stretto ma come una mera difesa peraltro rilevabile anche d’ufficio, sicché no nrichiede ai fini della sua ammissibilità che sia sollevata con la costituzione in giudizio tempestivamente sollevata […]

Read More &#8594

La condanna per lite temeraria ex art. 96 co. 1 cpc presuppone un danno

La condanna per responsabilità processuale aggravata di cui all’art. 96 cpc co. 1 richiede la prova, incombente sulla parte istante, sia dell’”an” e sia del “quantum debeatur”, o comunque postula che, pur essendo la liquidazione effettuabile di ufficio in via equitativa, tali elementi siano in concreto desumibili dagli atti di causa. Tribunale di Modena (Grandi), […]

Read More &#8594

La commissione di massimo scoperto

La commissione di massimo scoperto è la prestazione dovuta dal cliente in corrispettivo della disponibilità di moneta bancaria offertagli per lo scoperto ed è determinata secondo la percentuale convenuta sulla massima esposizione (accordata o fruita) in un dato arco temporale o sul differenziale tra l’accordato e il prelevato. Diversamente dall’interesse corrispettivo, che remunera il godimento […]

Read More &#8594

La clausola penale di estinzione anticipata del mutuo rileva ai fini della verifica di usurarietà?

L’importo previsto a titolo di penale (da estinzione anticipata o da inadempimento) non rileva ai fini della valutazione di usurarietà del contratto, quale superamento del tasso soglia, perché non costituisce un costo relativo all’erogazione del credito ma ha la funzione di compensare la parte non inadempiente dalle conseguenze che derivano dall’inadempimento della controparte. Tribunale di […]

Read More &#8594

Condominio: il divieto assembleare o regolamentare al distacco dall’impianto centralizzato è contrario a Costituzione

Il distacco del singolo condomino dall’impianto centralizzato di riscaldamento, che il Legislatore ha dimostrato di guardare con favore nell’ottica del preminente fine generale del risparmio energetico, non può essere impedito né da una delibera degli altri condomini (che sarebbe nulla per violazione del diritto individuale del condomino sulla cosa comune) né da un eventuale divieto […]

Read More &#8594