Cosa deve provare ed allegare il creditore che eserciti un’azione di responsabilità contrattuale?

Il creditore che eserciti un’azione di responsabilità contrattuale può limitarsi ad allegare l’inadempimento dell’obbligazione, di risultato o di mezzi, mentre deve (allegare e) provare la fonte del suo diritto, il danno e il nesso di causalità con la condotta del debitore. In particolare, l’allegazione deve essere specifica e attenere ad un inadempimento per così dire […]

Read More &#8594

L’opposizione all’esecuzione c.d. preventiva

Il giudizio di opposizione a precetto è un ordinario processo di cognizione, nel quale la domanda giudiziale va identificata, nell’aspetto oggettivo, con i suoi elementi costitutivi, del petitum, consistente nella richiesta di un provvedimento giurisdizionale che dichiari l’inesistenza, in tutto o in parte, del diritto del creditore di procedere ad esecuzione forzata (nella specie espropriazione […]

Read More &#8594

La c.d. cenestesi lavorativa

La compromissione biologica dell’essenza dell’individuo (cd. cenestesi lavorativa) va liquidata onnicomprensivamente come danno alla salute, con un incremento del valore differenziato del punto di invalidità o in sede di personalizzazione del danno non patrimoniale. Tribunale di Modena (Pagliani), sentenza n. 927 del 14 luglio 2022 NOTA:In senso conforme, da ultimo, Tribunale di Modena (Grandi), sentenza […]

Read More &#8594

L’efficacia probatoria del modulo CID/CAI

La dichiarazione confessoria contenuta nel modulo di constatazione amichevole del sinistro, debitamente compilato, in questo caso resa da parte del conducente che è anche proprietario del veicolo assicurato, genera soltanto una presunzione “iuris tantum” della veridicità dei fatti ivi esposti e deve essere liberamente apprezzata ai sensi dell’art. 2733 cc co. 3, in base al […]

Read More &#8594

Inammissibile o improcedibile la domanda proposta in via ordinaria contro il Fallimento

Salvo il caso di domanda contro il fallito per quando sarà tornato “in bonis”, domanda che però deve essere chiaramente esplicitata, qualora nel giudizio promosso o proseguito dal curatore per il recupero di un credito del fallito, il convenuto proponga una domanda riconvenzionale, diretta cioè all’accertamento autonomo di un contrapposto credito nei confronti del fallimento […]

Read More &#8594