La responsabilità del professionista presuppone una valutazione prognostica del risultato se la prestazione fosse stata esattamente adempiuta

La responsabilità del prestatore d’opera intellettuale nei confronti del proprio cliente per negligente svolgimento dell’attività professionale implica una valutazione prognostica positiva circa il probabile esito favorevole del risultato della sua attività se la stessa fosse stata correttamente e diligentemente svolta. Tribunale di Modena (Primiceri), sentenza n. 379 del 19 marzo 2019

Read More &#8594

Compenso professionale per l’impugnazione al TAR di un atto amministrativo: la causa è di valore indeterminabile

Ai fini della determinazione del compenso professionale forense, la controversia dinanzi al TAR volta all’annullamento di un atto amministrativo (nella specie, deliberazione del Consiglio Comunale di Modena) deve considerarsi di valore indeterminabile, giacché la causa petendi è la domanda di declaratoria di legittimità dell’atto ed il petitum la sua caducazione, non rilevando gli eventuali risvolti […]

Read More &#8594

Compenso professionale dell’avvocato: la mancanza del preventivo non impedisce di ottenere un decreto ingiuntivo contro l’ex cliente

L’art. 9, co. 4, L. n. 27/2012, nella parte in cui prevede che «la misura del compenso è previamente resa nota al cliente obbligatoriamente, in forma scritta o digitale, con un preventivo di massima», non innova alla disciplina della prova del credito professionale in sede monitoria (art. 633 cpc co. 1 n. 2 e art. […]

Read More &#8594

Compenso avvocati: l’opposizione ad ingiunzione segue il rito sommario di cognizione anche davanti al GdP

L’art. 14, co. 1, D.Lgs. n. 150/2011 – che prevede l’applicabilità del rito sommario di cognizione (art. 702 bis cpc) per tutte le opposizioni ex art. 645 cpc nei confronti di decreti ingiuntivi ottenuti dagli avvocati per la remunerazione della loro attività giudiziale – riguarda le opposizioni avanti al Tribunale e al Giudice di Pace, […]

Read More &#8594