Danno causato da fauna selvatica: risponde la Provincia o la Regione (ex art. 2043 cc o art. 2052 cc)?

Alla luce della più recente giurisprudenza di legittimità, deve ritenersi che dei danni provocati da animali selvatici a persone o a cose è responsabile, ai sensi dell’art. 2052 cc (e non ex art. 2043 cc), la Regione (e non la Provincia), cui pertanto deve attribuirsi la legittimazione passiva rispetto alle domande risarcitorie del danneggiato. Tribunale […]

Read More &#8594

Lesioni personali: i limiti alla cd. personalizzazione del risarcimento

In tema di risarcimento del danno alla persona, soltanto in presenza di circostanze specifiche ed eccezionali, tempestivamente allegate dal danneggiato, le quali rendano il danno concreto più grave, sotto gli aspetti indicati, rispetto alle conseguenze ordinariamente derivanti dai pregiudizi dello stesso grado sofferti da persone della stessa età, è consentito al giudice, con motivazione analitica […]

Read More &#8594

Il nostro Ordinamento non ammette il danno in re ipsa o punitivo (salvo espressa deroga normativa)

Il sistema del risarcimento del danno delineato dal codice civile nella responsabilità civile esclude in modo irrevocabile la ipotesi di una configurabilità del danno patrimoniale “in re ipsa”, in quanto la obbligazione risarcitoria non insorge in seguito alla mera colposa o dolosa violazione del diritto (antigiuridicità della condotta), ma soltanto a causa delle “conseguenze” pregiudizievoli […]

Read More &#8594

Il debitore che neghi l’esistenza del credito non può avvalersi dell’eccezione di prescrizione presuntiva

Il debitore che neghi l’esistenza del credito, ovvero l’esecuzione delle prestazioni sulle quali si basa la relativa pretesa, non può avvalersi dell’eccezione di prescrizione presuntiva, poiché tali difese risultano incompatibili con la “ratio” dell’istituto, fondato sulla presunzione che, una volta decorso il lasso di tempo predeterminato dal legislatore, il debito sia stato pagato. Tribunale di […]

Read More &#8594