Limiti al divieto di testimonianza indiretta

Il divieto di testimonianza indiretta degli ufficiali e degli agenti di polizia giudiziaria, contenuto nell’art. 195 c.p.p. comma 4, non riguarda i casi in cui la deposizione del teste di polizia giudiziaria non ha valore surrogatorio di quella del teste primario, già acquisita nel processo, ma è solo illustrativa di essa, essendo limitata a provare […]

Read More &#8594

Distinzione tra reato di stalking di cui all’art. 612 bis c.p. e la fattispecie meno grave prevista dall’art. 660 c.p.

E’ stato chiarito che la distinzione tra gli atti persecutori e le molestie è incentrata sulle conseguenze prodotte dalla condotta dell’agente sulla situazione psichica e sulle abitudini di vita della persona offesa. La giurisprudenza ha infatti puntualizzato che il criterio distintivo tra il reato di atti persecutori e quello di cui all’art. 660 c.p. consiste […]

Read More &#8594

I poteri del GIP sulla opposizione alla richiesta di archiviazione con richiesta di imputazione coatta

Nell’ambito dei provvedimenti del giudice sulla richiesta alla richiesta di archiviazione ex art. 409 c.p.p. la circostanza per cui i fatti per il quali si richieda l’imputazione coatta non risultino mai stati iscritti nel registro delle notizie di reato a carico dell’indagato preclude al Gip il potere di formulare l’imputazione a carico dell’indagato per quei […]

Read More &#8594

Il pagamento mediante assegno scoperto non costituisce di per sé raggiro nel reato di truffa contrattuale

Il tema di truffa contrattuale, il pagamento di merci effettuato mediante assegni di conto corrente privi di copertura non costituisce, di norma, raggiro idoneo a trarre in inganno il soggetto passivo, ma concorre a integrare l’elemento materiale del reato, qualora sia accompagnato da un malizioso comportamento dell’agente, nonché da fatti e circostanze idonei a determinare […]

Read More &#8594