Revocatoria fallimentare: la condanna comprende anche interessi e rivalutazione monetaria?

In caso di accoglimento della domanda di revocatoria fallimentare, attesa la natura costitutiva della relativa sentenza, va disposta la restituzione della somma oltre interessi legali dalla domanda al saldo, dovendosi invece escludere la rivalutazione monetaria vertendosi in ipotesi di debito di valuta e non di valore, sicché il risarcimento del maggior danno spetta solo nell’ipotesi […]

Read More &#8594

La revocatoria fallimentare può riguardare debiti non ancora scaduti?

La norma di cui all’art 67 comma 1 n 2 Legge Fall. deve ritenersi legittimamente applicabile, in via di interpretazione estensiva, anche ai debiti non ancora scaduti, purchè aventi scadenza anteriore alla dichiarazione di fallimento. Se la legge sancisce, difatti, la revocabilità degli adempimenti “anormali” di debiti scaduti, a più forte ragione devono considerarsi revocabili […]

Read More &#8594

La cessione del credito è revocabile?

La cessione del credito, se effettuata in funzione solutoria di un debito scaduto ed esigibile, si caratterizza come anomala rispetto al pagamento in denaro o con altri titoli di credito, in quanto non è qualificabile come mezzo usuale di pagamento nelle transazioni commerciali ed è suscettibile di revocatoria fallimentare, anche se pattuita contestualmente alla concessione […]

Read More &#8594

Cessione del credito in blocco: è sufficiente l’avviso pubblicato in G.U.?

È onere del creditore opposto che si affermi successore a titolo particolare del creditore originario, dimostrare l’esistenza dell’atto di cessione e più specificatamente l’inclusione del credito per cui si agisce nell’operazione di cartolarizzazione avvenuta ai sensi dell’art. 58, comma 2, TUB. In questi termini, pertanto, l’avviso di cessione pubblicato in Gazzetta Ufficiale non costituisce una […]

Read More &#8594