Sulla preferenza alla sentenza di assoluzione nel merito rispetto alla pronuncia di estinzione del reato per prescrizione

La sentenza di non doversi procedere per intervenuta prescrizione può essere pronunciata solo quando non ricorrono i presupposti per una sentenza di proscioglimento nel merito, vaglio da compiere sulla base del principio secondo cui in presenza di una causa di estinzione del reato il giudice è legittimato a pronunciare sentenza di assoluzione a norma dell’articolo […]

Read More &#8594

La bancarotta fraudolenta patrimoniale non richiede la dimostrazione del nesso causale tra distrazione e fallimento o dissesto

La bancarotta fraudolenta patrimoniale, contrariamente ai tipi delittuosi considerati dall’articolo 223, comma 2, Legge Fallimentare, non richiede la dimostrazione del nesso causale tra distrazione e fallimento o dissesto, configurandosi quale reato di pericolo concreto, essendo sufficiente che la gente abbia cagionato il depauperamento dell’impresa, destinandone le risorse ad impieghi estranei alla sua attività.è vero, piuttosto, […]

Read More &#8594

Costituisce depauperamento del patrimonio dell’impresa la dolosa omissione della realizzazione delle controprestazioni pattuite a fronte di prestazioni erogate da parte della società poi fallita

Il depauperamento del patrimonio dell’impresa posto a garanzia della massa deve essere verificato nei profili effettuali e non solo nelle previsioni formali delle operazioni negoziali. La natura distrattiva, quindi, si apprezza tanto nel caso che, ab origine, sia organizzato un rapporto in cui alla prestazione della società poi fallita non corrisponde la previsione di una […]

Read More &#8594

In caso di fallimento, l’azienda od un ramo di essa sono componenti avente un valore economicamente valutabile ai fini di essere considerati oggetto di distrazione

La condotta distrattiva, intesa quale destinazione a scopi extra sociali, senza adeguata contropartita, di componenti del patrimonio dell’impresa, può naturalmente avere ad oggetto non solo determinati cespiti qualitativamente individuati, ma anche l’azienda o un suo ramo, essendo il concetto di azienda (quale complesso dei beni organizzati dall’imprenditore per l’esercizio dell’impresa ai sensi dell’art. 2555 c.c.) […]

Read More &#8594

All’amministratore compete dare conto della destinazione delle risorse aziendali affinchè la condotta non assuma valenza distrattiva

In generale, compete all’amministratore dare conto della destinazione delle risorse aziendali laddove emerga un impiego di cui non consti l’interesse per la società [cfr anche, in situazione contigua, Cass. Sez. V, sentenza n. 17228 del 17.1.2020, del. 5.6.2020 Rv. 279204, secondo cui “In materia di bancarotta fraudolenta patrimoniale, la prova della distrazione o dell’occultamento dei […]

Read More &#8594