Non intelligere quod omnes intellegunt (non comprendere ciò che tutti comprendono) e buona fede

La buona fede che rileva ex art. 1153 cc ai fini dell’acquisto della proprietà di beni mobilia non domino”, corrisponde a quella dell’art. 1147 cc e, pertanto, non giova a chi compie l’acquisto ignorando di ledere l’altrui diritto per colpa grave, ossia nell’ignoranza dipesa dall’omesso impiego, da parte dell’acquirente, di quel minimo di diligenza, proprio anche delle persone scarsamente avvedute, che gli avrebbe permesso di percepire l’idoneità dell’acquisto a determinare la lesione dell’altrui diritto.
Tribunale di Modena (Cividali), sentenza n. 845 del 21 maggio 2012

Esito:

Classificazione:

| art. 1175 c.c. | art. 1375 c.c. |
Senza categoria
Avatar

Avvocato in Modena

Related Articles

0 Comment