Escluso il privilegio ai crediti per l’attività professionale svolta in forma associata, fatta salva la prova della personalità dell’incarico

Per la associazione che ha azionato il credito ed ha svolto in concreto l’incarico non opera il privilegio ex art. 2751 bis cc n. 2.
Nel caso in cui sia l’associazione ad avere fatto valere il credito, deve presumersi che essa ne sia titolare, salva la prova in concreto della riferibilità della prestazione a taluno degli associati.

Corte di Cassazione, sez. I civ. (pres. Didone, rel. Ceniccola) ordinanza n. 6922 del 20 marzo 2018

NOTA:
Il provvedimento di cui in massima ha rigettato il gravame, confermando Tribunale di Modena decreto 23 gennaio 2012.
In senso conforme, tra le altre, Tribunale di Modena (pres. De Marco Eleonora, rel. Bruschetta Ernestino), sentenza n. 1021 del 20 Giugno 2008 nonché Tribunale di Modena (pres. De Marco Eleonora, rel. Gherardi Adriana), sentenza n. 820 del 21 Maggio 2008.


(02) Capo II - Dei privilegi (artt. 2745-2783 ter cc), (02) Titolo II - Delle persone giuridiche (artt. 11-42 bis cc), R.D. n. 267 del 1942 (Legge Fallimentare)

Related Articles

0 Comment