L’usucapione ordinaria non presuppone la buona fede ovvero l’ignoranza dell’altruità del bene

L’elemento psicologico del possesso utile per l’usucapione ordinaria consiste nell’intenzione del possessore di comportarsi come proprietario del bene, e prescinde dallo stato soggettivo di buona fede, che non è richiesto dall’art. 1158 cc, poiché ciò che rileva non è la convinzione di esercitare un proprio diritto o l’ignoranza di ledere un diritto altrui, bensì la volontà di disporre del bene come se fosse proprio.

Tribunale di Modena (Castagnini U.), sentenza n. 42 del 15 gennaio 2018

NOTA:
In senso conforme, Tribunale di Modena (Pagliani G.), sentenza del 8 ottobre 2010, Tribunale di Modena (Pagliani G.), sentenza n. 1536 del 29 ottobre 2009, Tribunale di Modena (Pagliani G.), sentenza n. 1585 del 31 ottobre 2008.

Avvocato in Modena.

Related Articles

0 Comment